Michael Kumpfmüller, La meraviglia della vita

Niente miti per il romanzo profondamente umano di Michael Kumpfmüller, La meraviglia della vita. Osannato in patria, accolto con entusiasmo in Francia (Le Monde), narra dell’amore tra Franz Kafka e la cuoca Dora Diamant, ebrea polacca, tra il 1923 e 1924, anno del decesso di Kafka. I due si incontrano casualmente per non lasciarsi più, ebbri di quella felicità assoluta che li inonda quando sono insieme. Franz è un uomo appagato che, nella forza di Dora, semplice e quieta, trova un vascello che lo traghetti verso la morte. Nella nostalgia per la vita è insito qualcosa di confortante, in ogni tragedia: questo dice il titolo, ribadito da ogni pagina del romanzo, scevro da sentimentalismi stucchevoli e retto da una disciplinata economia tesa ad onorare la dignità degli avvenimenti.

Apparso su Chooze.it, febbraio 2013

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

Lascia un commento

Please type the characters of this captcha image in the input box

Please type the characters of this captcha image in the input box


© 2019. Bookclub Neripozza. All rights reserved. web agency web agency urbangap