Sul giudicare

Waltz e i criteri del giurato – ZDF

Breve intervista a Christoph Waltz, membro della giuria della Berlinare 2014 (già membro della giuria a Cannes, tra l’altro).

Traducendo ‘al volo’: per Waltz ciò che rende fantastica una giuria e il farne parte è poter vedere nuovi film insieme agli altri giurati con intensa concentrazione e discuterne poi ad alto livello. Jo Schückt chiede a Waltz quali siano i criteri di giudizio, al di là delle caratteristiche tecniche della pellicola, perché a volte a Schückt capita di vedere un film che lo travolge, da cui è preso, coinvolto, senza saperne bene il perché. Può essere questo un criterio per premiare un film? Waltz risponde che “non sapere il perché” non può essere un criterio e che il sentirsi preso da un film semmai è una possibilità, anche se naturalmente questo è un aspetto importante dell’esperienza del vedere un film. Tuttavia, non c’è niente di più insopportabile di esperti presuntuosi che si ritengono tali solo per aver letto un libro o studiato sull’argomento. E’ DOVERE del pubblico reagire come pubblico e non come esperti. Frasi come “mah, non l’ho trovato un gran ché ma è ben fatto” non significano nulla per il pubblico: a volte ci sono splendidi film che di per sé sono ‘fatti male’. “Mi è piaciuto?” “L’ho apprezzato?” “L’ho trovato buono?”… Ecco questi sono i punti di vista che, secondo Waltz, sono importanti per il pubblico, e per il giurato, che è parte del pubblico

Niente di trascendentale ma ascoltando Waltz che insiste sul giurato innanzitutto come spettatore, come parte del pubblico, e non sopporta il critico che invece pensa di essere diverso dal pubblico, m’è venuto naturale pensare al bookclub e ai suoi membri un po’ come alla giuria della Berlinale (a me basterebbe essere brava la metà di Waltz, sia chiaro), e mi è venuta voglia di condividere queste riflessioni con i colleghi giurati Neri Pozza (soprattutto quando Waltz dice che le cose funzionano solo se la giuria è di qualità :) ). Viel Spaß!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
  1. donatella galeazzi says:

    quando ho deciso di partecipare al book club ho chiesto se bastava essere una lettrice appassionata, mi hanno risposto che sì, bastava. una lettrice, quindi il pubblico.
    ai criteri di Waltz, aggiungo questo “non mi sono annoiata” .

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  1. Non ci sono ancora trackbacks per questo post.

Lascia un commento

Please type the characters of this captcha image in the input box

Please type the characters of this captcha image in the input box


© 2019. Bookclub Neripozza. All rights reserved. web agency web agency urbangap