I fratelli Neshov

Eremiti 06_esecutivo SnobTorunn Neshov ha appena compiuto trentasette anni quando scopre di essere tra i beneficiari del testamento di sua nonna Anna, morta in ospedale qualche giorno prima, durante le vacanze di Natale. Torunn lascia perciò Oslo per raggiungere la fattoria paterna, e unirsi a quel ramo della famiglia di cui lei ignora praticamente tutto. Tor, suo padre, è il più anziano dei tre fratelli Neshov e l’unico ad aver avuto figli. Tor, che vive in compagnia delle scrofe che alleva, non ha nulla in comune col resto dei suoi fratelli. Margido, il fratello di mezzo, è il titolare di un’impresa funebre e passa il tempo scappando da possibili fidanzate e consolando parenti di defunti. Erlend, il più piccolo dei tre, vive a Copenhagen, dove lavora come decoratore di vetrine e vive con un compagno che, come lui, coltiva la passione per le miniature di Swarovski. Tor passa il tempo prendendosi unicamente cura delle sue scrofe. Naturale, perciò, che la necessità di spartirsi i soldi e le proprietà del testamento riporti a galla vecchi conflitti mai risolti. Chi altri, perciò, se non la dolce Torunn, può aiutare i tre fratelli a superare le loro differenze e a ricreare il clima familiare che nella fattoria manca da tempo? Romanzo venduto già in 20 paesi, in cui la scrittura vivace e ben calibrata si mette al servizio di una storia profonda che riflette sulle radici e sulla potenza del sangue, I fratelli Neshov restituisce a pieno lo spirito delle terre del Nord: lo scontro tra un’indole solitaria e il desiderio di realizzarsi altrove, la ricerca orgogliosa della solitudine e il bisogno d’amore, il rispetto dei legami familiari e il desiderio di indipendenza.

«I fratelli Neshov è uno splendido romanzo […] L’intensità dello stile e la maestria di Anne B. Ragde rendono questa storia semplice una vera e propria perla».
Le Monde

«Dopo aver perso il sonno, ancora non riesco a smettere di pensare a queste persone… Cara Anne B. Ragde, devo sapere come vanno a finire le cose alla fattoria, con Torunn, Margido, Erlend, Lizzy and Jytte. Mettiti al lavoro!»
Bokklubben.no

«La Ragde al massimo della forma… un esempio di grande scrittura. Ragde oscilla tra scene appassionanti e toni umoristici, ma non cade mai in errore… Aspettiamo tutti il terzo volume di questo splendido lavoro».
Aftenposten

«Sempre meglio. Anne B. Ragde si è trasformata in una abile narratrice, con un occhio attento alla complessità dei rapporti umani».
Hamar Arbeiderblad

Anne B. Ragde è nata in Norvegia nel 1957. La sua trilogia dedicata alla famiglia Neshov l’ha imposta all’attenzione internazionale. Scrittrice straordinariamente prolifica, ha vinto numerosi premi, tra i quali i prestigiosi Riksmal Literary Prize e Norvegian Booksellers’ Prize.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 1.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)
I fratelli Neshov , 1.0 out of 10 based on 1 rating
  1. Marina Ghedini says:

    Consiglio questo romanzo a chi ama il noir nordico e a chi vorrebbe invece fare la conoscenza di un mondo lontanissimo e dalla natura affascinante come quello norvegese. Siamo al secondo volume di una trilogia di cui attendiamo con curiosità la conclusione. Protagonista una famiglia assai squinternata formata da tre fratelli adulti e il loro sedicente padre. La madre è morta da poco e al suo funerale era apparsa la figlia del maggiore, che nonostante non conoscesse la famiglia paterna, resta nella fattoria per prendersi cura del padre e del presunto nonno. Il padre sembra in grado di comunicare, teneramente, solo coi suoi maiali; il figlio di mezzo, impresario funebre, solo con i morti e i loro parenti, e pare afflitto da mania religiosa nonché sessuofobia. L’unico normale è il figlio minore, che è fuggito in Danimarca, dove vive con l’amatissimo compagno e fa il vetrinista. Anche la ragazza ha problemi a socializzare e non trova un compagno adeguato. Deve anche sopportare i lamenti della madre, recente vedova, che prima della sua nascita era stata cacciata in malo modo dalla matriarca Neshov. La coppia gay avrà presto dei figli, sogna di ristrutturare la fattoria, la ragazza medita di rimanerci a vivere per aiutare il padre, ma un finale sconvolgente lascia tutto in sospeso. Segnalo le descrizioni della natura e degli animali; oltre ai tanto intelligenti e sensibili maiali, i cani di cui si occupa la ragazza, una specie di psicologa comportamentale.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 3.0/5 (1 vote cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  1. Non ci sono ancora trackbacks per questo post.

Lascia un commento

Please type the characters of this captcha image in the input box

Please type the characters of this captcha image in the input box


© 2019. Bookclub Neripozza. All rights reserved. web agency web agency urbangap