Odessa Star

Sapevo chi avevo davanti quando ho aperto il “pacchetto neripozziano”.

“Caspita”, mi sono detta,  Herman Kock, grandi aspettative dopo il bel successo de “La Cena” e “Villetta con piscina”.

Sapevo chi avevo davanti, dicevo,  ed è stata una conferma.

Di Koch se ne parla da qualche anno volente o nolente. Di Koch non si può fare a meno di parlare dopo aver letto anche uno solo dei suoi libri, perché è diventato uno degli scrittori contemporanei che più riesce senza remore e pregiudizi di morale a parlare del male e di un’umanità priva di riferimenti e valori.

“La Cena” probabilmente ne è l’apice, ma è con “Odessa star” che il lettore comincia a prendere confidenza con questi temi.

Sulla sfondo di una fin troppo tranquilla cittadina, Koch da vita ad un thriller incalzante a tratti quasi cinematografico durante il quale a nessuno dei protagonisti è risparmiato il confronto con il male e con le domande scomode che la vita indirettamente ti pone.

Fred, cinquantenne malato di noia e disprezzato dalla moglie e dall’unico figlio perché considerato un uomo troppo comune, incontra dopo anni Max, un compagno di università e di giovanili scorribande.

In lui Fred trova la chiave del suo cambiamento, a lui, decide di affidare questo cambiamento, forse per essere più interessante agli occhi della famiglia o forse solo per tornare a sentire “il brivido” del tutto può succedere degli anni universitari.

Evento dopo evento, Koch delinea la sua feroce critica contro questa famiglia borghese e a tratti si schiera palesemente contro i suoi status symbol (macchina, villette, tempo libero da occupare).

Il suo stile cattura, pone inesorabilmente il lettore davanti alle stesse domande fatte ai protagonisti e sembra chiedergli: “E tu che faresti? Cosa faresti disposto a fare ora?”

Mi ha colpita, non c’è altro da dire, ho chiuso il libro presa da emozioni contrastanti, straziata da tanto male ma tra le righe ho trovato le risposte alle sue domande.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)

Lascia un commento

Please type the characters of this captcha image in the input box

Please type the characters of this captcha image in the input box


© 2019. Bookclub Neripozza. All rights reserved. web agency web agency urbangap